Category: tecniche di memoria

Imparare una lingua straniera memorizzando qualsiasi parola per sempre in modo facile ed efficace!

Imparare una lingua straniera memorizzando qualsiasi parola per sempre in modo facile ed efficace! Che titolone!

Tecnica di memoria per memorizzare le parole

Tecnica di memoria per memorizzare le parole

Ultimamente ci siamo occupati di comunicazione e seduzione, oggi parliamo di tecniche di memoria (comunemente dette mnemotecniche). Vediamo come fare per memorizzare una parola in modo da non dimenticarcela. Una ragazza con cui facevo coaching (per ritrovare la voglia di studiare ed aiutarla nell’apprendimento attraverso un metodo efficace e delle tecniche di memoria e lettura veloce) aveva problemi a ricordare determinate parole. Diceva che ripeteva molte volte proprio per questo motivo!

“Ripetere ad alta voce mi serve soprattutto per memorizzare delle parole nuove” diceva.

Allora le ho insegnato una mnemotecnica per imparare in un istante qualsiasi tipo di parola e ricordarla per sempre. Questa mnemotecnica ti può essere utile per moltissime applicazioni: per imparare un nome della tavola periodica, per imparare nuove parole di una lingua straniera, per imparare delle parole di latino e greco, e per tutto ciò che riguarda la memorizzazione di una parola.

Poco tempo fa ho conosciuto un ragazzo veramente in gamba, si chiama Gianluca Pistore ed ha 15 anni. Proprio oggi l’ho sentito su skype e mi ha detto che ha finito di leggere il mio libro Esami No Problem (presto avrai la sua testimonianza! Ti ricordo che puoi scaricare il primo capitolo gratuitamente da qui) e che a breve dovrà memorizzare 200 verbi di inglese per una verifica. Questa è proprio la tecnica che ti permette di memorizzare tutti i vocaboli che vuoi senza sforzo e divertendoti. È la stessa tecnica di memoria che servirà a lui tra qualche giorno. Non ci credi? Allora continua a leggere.

Prima regola: devi visualizzare ogni parola che vuoi memorizzare nella tua mente. Se la parola ha una forma nella realtà è più facile da immaginare. Pensa ad esempio a cane, gatto, telefono o televisore: queste sono parole che riconduci ad una forma determinata, non ti puoi sbagliare. Se pensi ad un cane ad esempio ti verrà in mente il tuo cane, o il cane di un amico o quello che hai visto in un film. Facile.

Seconda regola: rendi la tua immagine RIDICOLA e VIVILA con tutti i tuoi sensi poi crea un micro-film. Se ti chiedo che cosa hai mangiato un mese fa a pranzo sai dirmelo? Se un mese fa è stato un giorno come un altro, probabilmente no. Se invece un mese fa hai fatto un viaggio a Firenze e ti sei mangiato una bella bistecca Fiorentina al sangue e magari hai anche rischiato di strozzarti, sicuramente te lo ricorderesti! Ora hai capito a che servono questi tre requisiti: perché se pensiamo a cose normali non le distingueremo nella memoria!

Terza regola: per parole astratte, crea un’immagine a partire dal suono della parola. Es. CHIN è una parola inglese che vuol dire mento. Non è una parola visualizzabile, quindi usa il suono per visualizzarla: chin mi ricorda il suono di un brindisi: CHIN CHIN. Immagine per CHIN: un brindisi in cui dei bicchieri si scontrano tutti insieme si rompono e tutti urlano CHIN CHIN.

Quarta regola: fai un filmino con immagine più un’altra immagine per la traduzione. Ora abbiamo già l’immagine per la parola CHIN, per la sua traduzione (MENTO) seguiamo la seconda regola: immaginiamo un mento gigante e peloso!

Per memorizzare tutta la parola inglese associata alla traduzione utilizziamo questo simpatico micro-film che immagineremo coinvolgendo tutti i sensi:

immagina che durante i brindisi invece di sbattere il bicchiere sul tuo, te lo sbattono sul MENTO dicendo CHIN CHIN! Immagina vividamente come sarebbe sentire CHIN CHIN e il bicchiere che si infrange sul tuo MENTO e tutte le schegge conficcate sulla pelle… Ora hai imparato per sempre e con estrema facilità che mento si dice CHIN!

Se trovi una parola più lunga questa tecnica di memoria va sempre bene. Devi solo spezzettare la parola in più suoni e fare un micro-film immaginandolo vividamente e rendendolo buffo e simpatico! Prossimamente faremo altri esempi per imparare nuovi vocaboli di lingue straniere e parole composte difficili!

Intanto allenati in questo esercizio fin che non diventa automatico in modo da poter padroneggiare questa tecnica di memoria: a quel punto ci metterai 10 secondi a compiere tutto questo processo!

Fanne buon uso!

Quid Pluris (Edit):

Il commento di Federico è servito a darmi l’input di aggiornare questo articolo con le ultime novità! E’ nata una nuova collaborazione Nazionale per portare in tutta Italia i Corsi di Memoria e Lettura Veloce. Questa infatti è una delle tantissime tecniche di Memoria che vengono insegnate. Qui è sintetizzata all’ennesima potenza per poter essere fruibile, ovviamente :)

Per informarsi o partecipare, basta andare nella pagina del Corso di Memoria e Lettura Veloce, contattarmi su skype o mandare una email a info[et]esamevincente.com

A presto,

Gianluigi

Uscito il volume 3! Superare un esame, ecco i 10 errori da evitare!


Uscito il volume 3! Superare un esame, ecco i 10 errori da evitare!

Oggi esce il volume 3 de “I 10 Errori di chi Non riesce negli Esami Come Vorrebbe”!

Finalmente perchè i 6 volumi li avevo scritti da principio come un unico ebook. Quindi sono già tutti pronti! Solo che data la quantità enorme di nuovi concetti era inutile e controproducente spararli tutti in mail insieme!

Quindi ho deciso di mandare il tutto diviso in 6 volumi, in questo modo ho potuto approfondire ogni argomento e ogni errore maggiormente!

Il volume 3, lo ricordo, tratterà gli errori 3 e 4!

Se non hai ancora letto il primo volume o non sai proprio di cosa sto parlando, sappi che “I 10 Errori di chi Non riesce negli Esami Come Vorrebbe” è una collana di 6 ebooks gratuiti, che arrivano direttamente nella email!

Per poterli ricevere, basta inserire il tuo nome e la tua mail nei campi qui sopra. Oppure direttamente nel sito ufficiale!

Se sei veramente interessato al mondo degli esami, dello studio, delle tecniche di memoria e quant’altro, allora puoi andare direttamente al libro uscito il 3 giugno. Sto parlando di “Esami No Problem!”

Detto questo, buona lettura!

Gianluigi

Aggiornamento:

Aggiorno questo articolo perchè ormai molte cose sono cambiate (a partire dalla grafica 😉 )!

Il nuovo “10 errori” è un corso e-mail, ed iscrivendosi alla newsletter si scarica oltre a quello, anche l’ebook introduttivo ai 10 errori ed il primo capitolo di Esami No Problem!

Per ulteriori informazioni cliccare qui

Superare Esami: Ho già un metodo di studio, non voglio cambiarlo!

Superare un Esame?

esamiDato che mi arrivano parecchie email di richieste e spiegazioni sul libro “Esami No Problem” inizieranno alcuni post, in cui risponderò alle domande!

Iniziamo oggi con la prima!


*Io ho già un metodo di studio e mi trovo bene, non voglio cambiarlo!

E’ perfettamente normale! Mi meraviglierei se fosse il contrario. Studiamo e sosteniamo prove da quando siamo piccoli, quindi ognuno di noi ha creato un personale metodo di studio.
E ti hanno mai detto come ottimizzarlo? Ti hanno mai insegnato a studiare? Ti hanno mai spiegato il funzionamento del cervello e della memoria?

Potremmo andare avanti con le domande.

Ma il concetto è questo: ognuno deve trovare il metodo di studio migliore per sè e deve ottimizzarlo conoscendo il funzionamento della mente! Se la scuola spiegasse agli studenti che ripetere ad alta voce è una operazione di memorizzazione “per ripetizione” e colloca le informazioni nella memoria a breve termine, i ragazzi continuerebbero a ripetere 10 volte lo stesso paragrafo? O cercherebbero di sfruttare il proprio tempo e le proprie risorse memorizzando a lungo termine, magari in modo meno alienante e noioso?

Gianluigi Ballarani

Tecniche di memoria per studiare. Voglia di studiare e concentrazione!

*Oggi ci occupiamo di alcune: Tecniche di memoria per studiare.

Come studi tu? Hai sempre voglia di studiare? Hai mai difficoltà a mantenere la concentrazione su quello che leggi?

Probabilmente sì, ed è del tutto normale! Questo perchè non ci hanno mai insegnato a studiare! Non ci hanno mai insegnato tecniche di memoria o di motivazione allo studio. Non credo che un tuo professore ti abbia mai spiegato qualche strategia per rimanere sempre concentrato o focalizzato su ciò che leggi!

Quindi questa è una necessità comune a tutti gli studenti. Allora introduciamo oggi un semplice approccio ai libri che potrà sembrare paradossale: iniziare dalla fine!
La tecnica consiste semplicemente nell‘iniziare dalla fine! Che vuol dire? Inizia dagli esercizi ad esempio, o se non ci sono inizia dalle probabili domande che fa il professore, o dalle domande alla fine del capitolo! Stimola la tua curiosità, il tuo interesse. Metti in moto il cervello: in questo modo riuscirai ad entrare in uno stato di apprendimento attivo e dinamoco.

Cosa succede se inizi dalla fine?

1. sai rispondere alla domanda (o svolgere l’esercizio). In questo caso non ti occorre altro che vederti la teoria alla fine dell’esercizio per migliorare le tue conoscenze! Se sei a questo punto, sei molto avvantaggiato perchè il tuo cervello sarà ben consapevole delle sue conoscenze sull’argomento e noterà subito se ci sono incongruenze con quello che stai studiando!

2. non sai risolvere gli esercizi! Molto probabile quest’ultimo caso.. A questo punto, non ti scoraggiare (come dicevamo è piuttosto normale!). Ora vai subito alla ricerca delle informazioni che ti servono all’interno del testo. Il tuo cervello sarà ben focalizzato alla ricerca di risposte alle tue domande. Questo è l’apprendimento attivo, coinvolto che stimola la memoria e fa venire voglia di studiare!

Un’altra tecnica è simile. Ovvero prima di iniziare poniti delle domande sull’argomento che stai per affrontare, del tipo:

Cosa conosco di questo argomento? a cosa mi serviranno le informazioni che devo studiare ora? che valore hanno per me? perchè è importante conoscerle? cosa posso fare per impararle divertendomi?

Ora il tuo cervello si metterà in moto per trovare domande alle risposte che ti sei fatto e la tua attenzione sarà focalizzata sugli argomenti che devi studiare!

Spero ti possano essere utili questi consigli 😉
A presto!

Gianluigi Ballarani
Autore di “Esami No Problem”

Aggiornamento (23 Marzo 2009):

Ho scritto un nuovo articolo sulla Voglia di studiare, la motivazione allo studio e la concentrazione: esistono 3+0 regole che dovresti conoscere…

Stimolare l'apprendimento con le favole lette ad alta voce !

Sapevi che i bambini a cui vengono lette molte favole ad alta voce sviluppano capacità comunicative e di apprendimento superiori rispetto agli altri? Una recente ricerca condotta negli Stati Uniti nell’ambito del “The Reach Out and Read Programme”, ha dimostrato che ascoltare le favole da piccoli sviluppa una maggiore proprietà di linguaggio e insegna a leggere prima degli altri! I risultati di questo studio sono stati pubblicati on-line sulla rivista Archives of Disease in Childhood.

La lettura ad alta voce nei bambini prima degli anni della scuola aiuta a stimolare l’apprendimento e la curiosità; inoltre facilita l’acquisizione dei concetti di tempo, di spazio e di ruoli. Ascoltare per i bambini è anche un ottimo esercizio per acquisire ed incrementare la capacità di ascolto e sviluppare attenzione e concentrazione! Un altro magnifico effetto è che si aiutano i bambini ad amare la lettura e a portarsi dietro questa bella abitudine per il resto della vita!

Come avrai notato, abbiamo parlato di curiosità e avvicinato ad essa l‘acquisizione di concetti nel tempo.. questo perchè i due argomenti sono strettamente legati! Infatti quando siamo incuriositi dall’argomento, siamo motivati a studiarlo! Quindi curiosità = voglia di studiare!!!

La cosa bella è che ogni argomenti ci può destare curiosità!

Occorre semplicemente fare leva sui nostri interessi e trovare quell’aspetto della materia che ti può interessare o incuriosire o appassionare! In questo modo il tuo atteggiamento sarà attivo! Il cervello cercherà delle risposte alle sue domande e non avrà tempo per distrarsi!!

Prova ad applicare questo concetto alla materia che stai studiando o agli argomenti del prossimo esame!

Fonte dello studio: Children better prepared for school if their parents read aloud to them. Review published on line ahead of print in the Archives of Disease in Childhood.

Newsletter ufficiale di Esami No Problem!

Buongiorno!

Sono lieto di comunicarvi che nasce oggi la Newsletter ufficiale di “Esami No Problem”!

E che ci faccio con la newsletter??” Ti chiederai. Te lo spiego subito!

*AGGIORNAMENTO 20 MAGGIO 2008: ora iscrivendosi alla newsletter gratuita si riceverà immediatamente l’ebook (diviso in 4 libri!):

I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

* Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle più innovative tecniche di memoria, di studio e di apprendimento!
* Se vuoi seguire gli aggiornamenti approfonditi, le ultime novità in esclusiva e tutto il materiale gratuito che metteremo a disposizione per te!
* Se vuoi ricevere gratis materiale sulla crescita personale;
* Se ti interessa il tema: apprendimento e superamento degli esami;
* Se hai acquistato il libro ‘Esami No Problem’ o se ti interessano gli argomenti di cui tratta;
* Se hai sempre voglia di apprendere cose nuove!
* Se vorresti studiare ma ti manca la voglia!
* Se quando ti metti sopra i libri ti manca la concentrazione e ti riduci alla sera prima per preparare un esame (compito o interrogazione che sia!);
* Se vuoi migliorare la tua comunicazione;
* Se vuoi aumentare la qualità del tuo studio e diminuire la quantità!
* Se vuoi avere ottimi risultati senza trascurare le tue passioni!
*
Se vuoi conoscere e sconfiggere le abitudini che ostacolano l’apprendimento;

Allora questa newsletter fa al caso tuo!
Quanto costa? NIENTE! E’ completamente gratuita!

PS. ho notato che con alcuni provider (ad esempio yahoo), la mail di conferma viene scambiata per spam e messa nella cartella ANTISPAM (o SPAM)! Quindi controlla che non sia finita lì!
Poi aggiungi l’indirizzo tra i tuoi contatti, in modo che da quel momento in avanti ti arriverà direttamente nella cartella POSTA IN ARRIVO!

Imparare una lingua straniera facilmente con tecniche di memoria e lettura veloce: inglese, francese, spagnolo o tedesco!

Un argomento molto richiesto ed allo stesso tempo molto importante è conoscere altre lingue oltre l’italiano. Oggi è sempre più importante in ogni settore conoscere almeno l’inglese!

Dico almeno perchè due settimane fa andando in giro per il centro di roma ho visto su un paio di vetrine di negozi degli annunci:

” cercasi commessa che sappia parlare l’inglese fluentemente”
Mi ha fatto pensare molto. Se l’inglese serve anche per fare la semplice commessa, puoi immaginare quanto possa servire a chiunque voglia laurearsi! Ormai l’inglese è proprio una componente fondamentale, è un must senza il il quale non si va da nessuna parte!

Occorre imparare almeno una lingua straniera ( oltre l’inglese): sarebbe meglio scegliere la 3 a lingua tra francese, spagnolo o tedesco!

Ma come faccio a imparare una lingua straniera? ho gia un casino di cose da fare! Studio e lavoro, o lavoro tutto il giorno o studio tutto il girono o, piu semplicemente, non ho voglia di studiare!!
Tutte possibili situazioni a dir la verità! Ma un modo in realtà c’è.. imparare qualche potente tecniche di memoria e agire soprattutto sulle convinzioni!

Torneremo presto sull’argomento…

Buon inizio settimana!

Gian

WordPress Themes