Posts tagged: preparazione esame

Buon Natale e Buone Feste per il fine 2009

Buon Natale e Buone Feste!

Buon Natale e Buone Feste!

Ciao ragazzi, da settembre 2008 ad oggi e’ il secondo NATALE che passiamo insieme, e tutti noi di Esame Vincente vi AUGURIAMO ogni bene e ogni felicità per un SERENO NATALE!

L’anno scorso, quando erano solo 4 mesi che era nato EsameVincente.com ho scritto un articolo che è piaciuto molto. Le parole di quel giorno valgono ancora oggi (Ti consiglio di Leggerlo Ora se non l’hai ancora fatto! Ne vale la pena..).

Dal natale scorso a oggi sono successe tante cose, che vedremo meglio quando ricapitoleremo tutto per fine anno (tra qualche giorno..). Tra le cose più importanti del 2009 che ci sono state, volevo festeggiare con voi le interviste e le comparse su alcune delle più importanti fonti di informazione nazionale (tg2, SKY, Millionaire, FOX UOMO, WIRED); la pubblicazione del secondo libro “Facebook: Successo e Business” e del terzo che è gia diventato BEST SELLER e che è ancora primo nelle classifiche dei più venduti per l’argomento Apprendimento: Apprendimento Veloce 3x!

Abbiamo tante novità per il 2010, non voglio accennare ancora niente. Tranne il fatto che stiamo preparando tanto materiale e contenuti di qualità. In modo da trasformare il blog da mezzo informativo a Strumento Formativo interattivo e completo. Come un vero e proprio Corso Online in costante aggiornamento. Più di un Ebook che si aggiorna ogni settimana con materiale prezioso di alto valore!

Per diventare amici e scoprire in anteprima ciò su cui stiamo lavorando, clicca qui:

Il Profilo di Gianluigi Ballarani:
http://www.facebook.com/ballarani

Finalmente ho creato la Pagina FAN di Esame Vincente su Facebook, dalla quale potrai seguire tutte le novità del blog. Quindi essere sempre aggiornato riguardo l’apprendimento rapido, le tecniche di memoria, la dinamica mentale e tutte queste altre materie di tuo interesse!

Diventa FAN di Esame Vincente:

TANTI AUGURI DI BUON NATALE A TUTTI VOI!
Gianluigi Ballarani

Tempo di Esami: Che Esami Stai Preparando? Cosa stai studiando?

Ciao Ragazzi! Dopo il primo appuntamento con Domande e Risposte di SOS ESAMI e STUDIO, eccoci di nuovo qui. Nell’ultimo articolo abbiamo risposto alla domanda di Luca sulla comunicazione. Ovvero su come comunicare meglio all’esame.

Come sapete in molti atenei è iniziata la sessione esami estiva, nelle scuole molti studenti si preparano alle ultime interrogazioni e i più fortunelli ( 😛 ) a breve avranno l’esame di stato (l’esame di maturità!)

Anche per me è iniziata la sessione esami. Come sapete con le diecimila cose che faccio il tempo a disposizione per la mia preparazione esami spesso si limita ad una settimana. La settimana precedente alla prova.

Questa informazione non la passo come la soluzione a tutti i mali. Ovviamente non tutti gli esami possono essere preparati in 7 giorni. Infatti alcuni esami posso darli solo se ti metti almeno 15 o 20 giorni prima a prepararlo. Esami dispendiosi di energie come quelli (i così detti mattoni!! :) ) non sono contemplati per questa sessione! Non avrei proprio il tempo.

Non dimentichiamo che preparare un esame in poco tempo non è sempre possibile. Per fare una valutazione corretta dobbiamo anche considerare il voto a cui puntiamo. Non possiamo pensare di preparare in due giorni un esame di 500 pagine e mirare contemporaneamente ad un ottimo voto. Almeno in una facoltà seria 😉

Tutto dipende dagli obiettivi che uno si pone. Se vuoi 18 puoi farlo (non è detto che tu ci riesca!). Se vuoi 22 anche. Già se vuoi 25 è difficile 😉 Se vuoi 30: (quasi) impossibile!

Immagino che anche tu stai studiando qualcosa. Sentiti libero di condividere ciò che stai studiando con gli altri lettori del blog, lasciando un commento. Condividere fa bene!

Oltre al secolare proverbio, mal comune mezzo gaudio, condividere un obiettivo o un compito ti mette in uno stato d’animo più produttivo! (Ormai l’ho detto a tutti.. devo farlo!!).

Quindi: cosa stai studiando? Che esami/interrogazioni/compiti stai preparando?

Esame Vincente presenta i "Consigli in pillole (Vincenti)" per la preparazione esame

Mi rendo conto che Pillole “Vincenti” possa sembrare molto un’americanata, quindi quello che sto per presentare si chiamerà “Consigli in pillole (Vincenti)”. Come puoi notare, vincenti è ben nascosto dalle parentesi!

Come altro potrebbero chiamarsi i consigli in pillole di esame vincente?

Il discorso alla base dei “Consigli in pillole (Vincenti)” è molto semplice. Ho poco tempo per scrivere sul blog. Tutte le volte che lo faccio mi dilungo. Quindi:

poco tempo = pochi articoli

Per ovviare e riprendere la regolarità auspicata, nasce la nuova rubrica(?) di EsameVincente: i Consigli in pillole (Vincenti) per la preparazione esame.

Con la nuova equazione.

poco tempo = tanti articoli!

Per iniziare alla grande, partiamo da un consiglio fondamentale. Sia che tu abbia già letto qualcosa su di esso, sia che tu non ne sappia nulla, fai attenzione e cerca di pensare a come servirtene nella tua situazione.

Consiglio in Pillole Numero Uno

Se vuoi una cosa vai  e inseguila, Punto.

In merito ad esso, ti consiglio di guardare il filmato che ho pubblicato a natale: è SEMPRE ATTUALE.

Buona Giornata

Gianluigi B.

Le 3 + 0 Regole per trovare motivazione e concentrazione nello studio!

Preparazione di un esame: Concentrazione e Motivazione allo studio

Ciao a tutti! Eccoci ad un nuovo articolo sulla Preparazione Esame. L’ultima volta abbiamo parlato di come prendere appunti con il metodo Cornell. La domanda di oggi è:

ti capita mai di non avere voglia di studiare o di non essere concentrato?

Non è la prima volta che parliamo di voglia di studiare. Spesso nello studio quotidiano può essere difficile trovare la giusta motivazione e concentrazione. Vediamo le 3 + 0 Regole per trovare motivazione e concentrazione nello studio! Esistono tre più zero accorgimenti che puoi adottare per rimanere focalizzato e mantenere la qualità del tuo studio ad un livello elevato:


Regola per trovare motivazione e concentrazione numero Uno

Poniti un Obiettivo

Prima di iniziare a studiare poniti un obiettivo da portare a termine per quella sessione di studio: ad esempio 20 pagine, un capitolo, 7 paragrafi…


Regola per trovare motivazione e concentrazione numero Due

Poniti un Obiettivo Realistico Stimolante

Ti sei posto un obiettivo? Bravo, ma sappi già che non basta! 😉
L’obiettivo dev’essere realistico ma allo stesso tempo non eccessivamente facile da realizzare. In una parola: Stimolante. La regola numero due è fondamentale se vuoi veramente trovare motivazione ed essere concentrato nello studio.

Regola per trovare motivazione e concentrazione numero Tre

Poniti dei Sotto-Obiettivi

Ovviamente se lo vorrai potrai anche fissarti dei sotto-obiettivi come ad esempio “Faccio pausa ogni 10 pagine”. Rilassati! Puoi inventare qualsiasi sotto obiettivo tu voglia: l’importante è che ti sia utile per il tuo rendimento!
Avere degli obiettivi durante la giornata è molto utile perchè ci aiuta a mantenere alta sia la concentrazione sia la motivazione allo studio (voglia di studiare). Soprattutto: ci da una direzione da seguire. Mica male eh?:)

Regola per trovare motivazione e concentrazione numero Zero

Fai un Patto con Te Stesso

Avrai capito che la Regola Zero in genere è quella più importante più tosta da digerire. Infatti fare un patto con se stessi è fondamentale! Fai un patto con te stesso ripromettendoti che smetterai di studiare solo nel momento in cui avrai portato a termine ciò che ti sei prefissato. Sembra una cosa stupida…
Sì adesso mi metto a fare i patti con me stesso!
Passo indietro, allora.
Sei contento della tua motivazione, concentrazione e voglia di studiare?
Sì? Allora perchè stai leggendo? 😛 Vai all’articolo sul Sogno che è molto più bello!! 😉
No? Allora prova a mettere in discussione il tuo metodo. Altrimenti raggiungerai sempre gli stessi risultati. Che ne dici, vale la pena provare?;)

Non mi resta che augurarti

un eccellente apprendimento 😉

Gianluigi Ballarani

Preparazione Esame: Come prendere appunti con il metodo Cornell

Eccoci con un nuovo articolo sulla preparazione esame! La domanda di oggi è: Come prendere appunti?

“Esistono metodi per prendere appunti?” Ti chiederai.

Eh sì, ormai c’è un metodo per qualsiasi cosa!

Se vuoi risparmiare tempo prezioso nello studio, devi avere una tattica per prendere appunti. Ce ne sono tante a dir la verità: c’è chi scrive ogni parola del professore (una volta facevo così… ), c’è chi fa schemi, chi usa le mappe e chi ascolta e basta.

Un buon metodo di prendere appunti, oltre a farti risparmiare molto tempo, può cambiare facilmente i tuoi risultati all’università. Oggi ho letto su un blog molto interessante (che si è già meritato un abbonamento  GReader 😉 ), un articolo su come prendere appunti. Tra questi c’era una mia vecchia conoscenza…

Quindi: rispondiamo alla domanda “Come prendere appunti?” spiegando il metodo Cornell. Non è un metodo che ora uso, ma esiste veramente ed è stato studiato per aumentare l’efficacia del prendere appunti.

Vediamo di cosa si tratta. Cornell non è un nome fantasioso: è una prestigiosa Università americana. Il metodo Cornell è stato inventato da Walter Pauk, ed è oggi una delle tecniche più diffuse nei College americani per prendere appunti.

Per prendere appunti secondo il metodo Cornell devi prima di tutto suddividere il foglio in 3 aree:

Come prendere appunti con il metodo Cornell

Come prendere appunti con il metodo Cornell

  • Note Taking Area. L’area centrale. Qui prenderai i tuoi appunti come sei abituato. Ovvero scriverai i concetti più importanti o riassumerai il discorso del professore durante la lezione.
  • Cue Column. Questo è lo spazio laterale che dovrai lasciare vuoto quando prendi appunti nella Note Taking Area. Subito dopo la lezione, o quando sarai a casa a studiare, sintetizza in questa colonna i concetti principali della lezione: puoi appuntare ciò che vuoi approfondire o ciò che ti sembra più importante.
  • Summaries. Questo spazio in fondo alla pagina serve per sintetizzare in una o due frasi tutto il contenuto della pagina di appunti.

Le fasi del metodo Cornell per prendere appunti sono le seguenti. In un prossimo articolo lo confronteremo con i principi delle mappe mentali.

Intanto:

1. Registrare. Durante la lettura, scrivi tutto ciò che ti serve.

2. Ridurre. Appena possibile, fai un sommario nella colonna a sinistra. Inserisci i punti principali, le parole chiave e le idee che ti vengono in mente. Ora fai un riassunto nella fascia orizzontale a fine pagina come hai letto qui sopra.

3. Ripercorrere. Cerca di ripercorrere tutto il discorso utilizzando unicamente la colonna laterale.

4. Riflettere. Fatti una tua opinione di ciò che stai studiando. Rafforzerai incredibilmente il ricordo!

5. Rivedere. Rivedi ciò che hai studiato, unisci la fase 3 e 4 ripercorrendo mentalmente il pensiero del libro/professore insieme alle tue personali riflessioni.

Usi questo metodo?

Come dicevo prima: No! Non perchè non sia valido. E’ un ottimo metodo che incrementa radicalmente l’efficienza e l’efficacia dei tuoi appunti. Io uso le mappe mentali. Probabilmente ne avrai vista qualcuna se segui questo blog da un po’. Puoi imparare le mappe mentali da l’ebook Esami No Problem. Se invece vuoi conoscere tutte le sfumature  delle mappe mentali applicate ai tuoi studi, la soluzione migliore è frequentare un corso di memoria e lettura veloce.

Ps. puoi utilizzare questo tool per generare fogli per gli appunti secondo il sistema Cornell.

PPS.

Tu come prendi appunti?

A presto,

Gianluigi B.

Per uno splendido 2009!

Per Uno Splendido 2009

Per Uno Splendido 2009

Buon 2009 a Tutti!

Non abbiamo ancora compiuto un anno! EsameVincente.com ha solo quattro mesi di vita! I più affezionati sanno che prima si chiamava Esami No Problem (proprio come il libro, che fantasia eh?? 😛 ) ed era hostato da Blogger!

A fine agosto – inizio settembre (quando ero ancora a Londra) abbiamo deciso di aprire un Sito Ufficiale (“ce n’è anche uno non ufficiale? No, ma ufficiale fa figo!” come direbbe Lorenzo 😛 ) su un dominio professionale: EsameVincente.com appunto!

Abbiamo investito sulla grafica, sulla newsletter, sui contenuti. Abbiamo creato dei prodotti che per ora sono gratuiti (il corso e-mail sui 10 errori di Superare gli Esami che puoi scaricare iscrivendoti alla newsletter qui a lato o alla fine dell’articolo!). Tutto quanto è nato dopo aver pubblicato il libro ‘Esami No Problem’ con la Bruno Editore. Da una semplice pubblicazione si è trasformata in una costante ricerca nel settore dell’apprendimento intensivo, della comunicazione e del miglioramento personale.

Un progetto che è impossibile confinare ai soli Esami e alla loro preparazione. Trattiamo molti temi coinvolgenti come la comunicazione, lo stress, le tecniche di memoria e lettura veloce, la Preparazione Esame (fai prima a farti un giro sul Blog per scoprire tutte le nostre aree di interesse 😉 )

La cosa più bella accade quando tutto il lavoro e la passione che metti in ciò che fai, vengono riconosciuti. Mi è successo decine di volte grazie a EsameVincente.com e anche grazie al più potente social Network del mondo: FaceBook (spero che tu già ci sia!! è fondamentale :-) )

Grazie a tutto questo è nato anche un grandissimo progetto NAZIONALE: il corso di Memoria in collaborazione con i più grandi trainer europei di apprendimento rapido (questa sorpresa la teniamo segreta ancora qualche giorno!)

Per questo devo dire grazie a tutti i lettori, a tutti coloro che mi seguono da mesi (o da oggi :-) ), a tutti quelli che si stanno per iscrivere alla nuova lista EsameVincente (nome ed email qui a lato!) e a quelli già iscritti!

Grazie a tutti quelli che sognano, e grazie a coloro che credono nei propri sogni.

Grazie a chi ci dice “dai ce la puoi fare!” MA grazie anche a chi ci dice “torna con i piedi per terra“, solo perchè nella vita si è già scottato e vuole evitarti la stessa sorte. Grazie anche se il mio credo è uno: SE VUOI QUALCOSA VAI E INSEGUILA. PUNTO.

In particolare grazie a TE, che stai leggendo le mie parole ora.

Voglio solo dirti una cosa: Pensa al ricordo più bello che hai, quello che ti fa stare meglio. Ricorda quella situazione in cui ti sei sentito alla grande, in cui ti sei sentito felice. Ora, vorrei augurarti che la tua vita fosse piena di questi momenti. Partendo dal 2009. Da uno splendido 2009.

Questo è il mio augurio per te.

Ti lascio con questo video che è riuscito a strapparmi un grande sorriso.

Per uno splendido 2009!

Gianluigi Ballarani

Il maestro Yoda insegna: "No! Provare NO! Fare o non fare, non c'è provare!"

Preparazione Esami: Il maestro Yoda insegna il giusto atteggiamento mentale

Preparazione Esami: Il maestro Yoda insegna il giusto atteggiamento mentale

Qualche giorno fa parlavo con Lorenzo, un mio amico che ha visto i miei auguri di natale sul blog. Da quel post, è finito sull’articolo dedicato a Steve Jobs e si è visto i due splendidi video. Ha ammesso che gli hanno trasmesso tantissima energia e mi ha ringraziato di cuore.  In quella occasione, mi ha chiesto se conoscevo qualche altro bel video emozionante. Ci siamo messi a parlare e gli ho raccontato di molti film che trasmettono splendidi messaggi potenzianti.

In quel momento mi sono ricordato di un bellissimo passaggio di guerre stellari, in cui il Maestro Yoda dispensa una preziosissima lezione sull’atteggiamento mentale. Lorenzo si è ricordato che l’atteggiamento mentale è trattato nel primo capitolo di Esami No Problem (scaricabile gratuitamente qui a lato o a fine articolo). Infatti ho raccontato a Lorenzo di quando Luke deve tirare fuori la navicella spaziale dalla palude ma è convinto di non farcela. Che risultato credi che raggiungerà? Esatto :-)

Luke dice che tirare fuori la navicella è diverso da alzare delle pietre.

Yoda risponde: No! Non diverso, Solo diverso in tua mente! Devi disimparare ciò che hai imparato. (sta avanti il piccoletto 😉 )

Allora Luke dice: D’accordo ci proverò!

Yoda risponde: No! Provare NO! FARE o non fare. Non c’è Provare!

Cosa succede alla fine?

Bellissima la frase con cui si conclude questo spezzone.

C’è veramente tanto da imparare. Come dicevo a Lorenzo, situazioni come queste ci accadono quasi ogni giorno. Situazioni in cui crediamo che fare una determinata cosa sia impossibile e non ce la faremo mai.

C’erano due ragazzi Marco e Luca, qualche mese fa, che dovevano preparare l’esame di Matematica Generale. Venivano dalla stessa scuola ed Avevano più o meno la stessa preparazione. Come spesso accade quando non si ha un buon metodo di studio, si erano ridotti a pochi giorni prima senza aver aperto libro.

Marco continuava a lamentarsi di come fosse impossibile sostenere l’esame in quella sessione. Al contrario, Luca, non si dava per vinto ed era sicuro che, in un modo o nell’altro, sarebbe riuscito a passare!

La differenza sostanziale nell’affrontare l’esame tra Marco e Luca era L’ATTEGGIAMENTO MENTALE. E fu proprio quella la differenza che fece la differenza tra i risultati dei due amici. Come avrai già capito, l’atteggiamento mentale influenza tantissimo la nostra preparazione dell’esame e, quindi, i nostri risultati!

Sono sicuro che avrai già capito chi superò l’esame e chi no. E mentre pensi al significato della storia, puoi decidere di approfondire l’argomento e Scaricare l’ebook Esami No Problem. Ora, sono convinto che l’atteggiamento sia uno degli aspetti fondamentali.

Per realizzare qualcosa, devi crederci!

Preparazione Esame: le 3 + 0 regole della preparazione all'esame durante le vacanze!

Preparazione Esame durante le vacanze di Natale

Preparazione Esame durante le vacanze di Natale

Nel primo articolo della rubrica Preparazione Esame, abbiamo detto che per sostenere al meglio un esame, è necessario avere una buona preparazione.

L’altro giorno abbiamo aggiunto, con il secondo articolo di Preparazione Esame, che studiare durante le vacanze può essere controproducente e stressante. Quindi: se non ci sono particolari urgenze, è meglio non studiare affatto!

Giustamente non è sempre così, molte volte i professori mettono dei compiti proprio il giorno del rientro a scuola (che simpatici!) oppure all’università, gli esami sono pochi giorni dopo la fine dei festeggiamenti. In questi casi, è necessario affrontare al meglio la situazione.

Qui subentrano le 3 + 0 regole della Preparazione Esame durante le vacanze!

Regola Numero Uno: Sii Realista

E’ del tutto inutile programmarsi di studiare centinaia e centinaia di pagine durante le vacanze: sai meglio di me che o non lo farai o ti rovinerai le feste. Meglio farsi un programma realistico nel quale ti proponi di studiare un numero di capitoli non esagerato. Considera sempre che durante le feste le distrazioni si moltiplicano e la voglia di studiare scende sotto zero!

Regola Numero Due: Fatti un Programma Dettagliato

Rileggiti il primo articolo sulla Preparazione Esame. E’ inutile farsi un programma generico. Mi spiego. E’ completamente inutile una programmazione esame in cui ti impegni a studiare X (con X da zero a infinito 😛 ) pagine entro il 6 di gennaio. Non seve a nulla e finirai per rimandare continuamente lo studio.

Consiglio: fai in anticipo un programma dettagliato nel quale stabilisci le giornate (o mezze giornate) specifiche che dedicherai allo studio. Ricorda la Regola Numero Uno: Sii Realista e non esagerare! Escludi i giorni che sicuramente non studierai!

Regola Numero Tre: Studia Con gli Amici

Non è sempre consigliabile studiare con gli amici. Dipende da situazione a situazione. Ma, generalmente, quando si hanno degli impegni comuni è più facile concentrarsi e motivarsi a vicenda. Ovviamente il rischio è sempre quello delle distrazioni, che te lo dico a fare? Un’altra ottima mossa è quella di andare a studiare in Biblioteca. Lì ci sono tutte persone concentrate che studiano. E’ più motivante studiare in quell’ambiente.

Chi ha letto Esami No Problem sa che andare a studiare in Biblioteca ha pro e contro, ma quando si tratta di vacanze la bilancia pende verso i PRO!

Regola Numero Zero (o Tre Bis): Studia Con gli Amici GIUSTI!

Due anni fa mi sono trasferito dopo le vacanze di natale a casa di uno dei miei migliori amici con l’intento di studiare 3 ore la mattina e 3 il pomeriggio. Lui doveva preparare degli esami di Ingegneria, io di Economia.

Risultato? Non abbiamo mai studiato, neanche un’ora!

Consiglio? Studia con gli Amici più “Secchioni”, con quelli più motivati, con quelli che si lasciano distrarre di meno. Due persone che si distraggono facilmente, insieme fanno una coppia perfetta: si distrarranno per qualsiasi pretesto!

Qui si concludono i Tre più zero consigli della Preparazione Esame durante le Vacanze e, con esse, questo articolo della rubrica Preparazione Esame. Spero di esserti stato d’aiuto! Il mio consiglio rimane quello di venire ad una presentazione gratuita del corso di Memoria e Lettura Veloce che facciamo in tutta Italia.  Il mio contatto skype è qui a lato, il mio libro è sempre qui. 😉

Buone Vacanze e Buona Programmazione Esami!

Gianluigi


Preparazione all'esame: Come godersi le vacanze…

Preparazione Esame: Come Godersi le Vacanze di Natale

Preparazione Esame: Come Godersi le Vacanze di Natale

Preparazione Esame, secondo capitolo. Riprendiamo oggi la nuova rubrica sulla preparazione all’esame. Nel primo articolo di Preparazione Esame abbiamo capito che per sostenere al meglio un esame, è necessario avere una buona programmazione: quindi affrontare la fase della preparazione all’esame.

Vediamo come possiamo goderci le vacanze (in questo momento è Natale, quindi vacanze di Natale) senza lasciare i libri sempre chiusi ma anche senza esagerare.

Purtroppo molti studenti sono combattuti dalla voglia di godersi la vacanza e il rimorso del non far nulla. La prima regola che devi tenere a mente è:

Se non hai la testa per studiare, non concluderai nulla.

Quindi ne deriva un postulato fondamentale:

Se non hai un vero bisogno di studiare durante le vacanze: NON FARLO!

Non c’è niente di peggio che mettersi a studiare forzatamente mentre hai una voglia incredibile di goderti un meritato riposo. A questo punto sarebbe inutile anche una ottima preparazione all’esame con tanto di calendario con le scadenze.

Una mia amica programma sempre il tuo studio, ma ieri mi chiama e mi dice: “Basta Gian! Ho deciso che da oggi salterò la mia solita preparazione all’esame in cui organizzo le date. Perchè puntualmente, salta sempre tutto!”

Se ci sono le vacanze e non hai urgenze, sei giustificato. E’ inutile che ti crei dei piani di studio assurdi che non rispetterai mai!

Se invece hai urgenza di studiare, scopri le 3+0 regole della preparazione all’esame durante le vacanze.

Quindi rimani sintonizzato e buon apprendimento!

Gian


Sei stato bravissimo! Peccato potevi fare di più…

Atteggiamento Mentale nei Bambini

Atteggiamento Mentale nei Bambini

Il tempo di scrivere un articolo c’è sempre, soprattutto quando si parla di EsameVincente.com! Oggi non si studia! Si comincia domani a preparare gli esami per Gennaio! Devo essere onesto, sono contento che sia piaciuto così tanto il post di Auguri di Buon Natale che ho scritto l’altro ieri. Soprattutto è stato apprezzato il video, veramente emozionante 😉

Non sto qui a raccontarvi dei viaggi in giro per l’italia per essere a cena in una regione e al pranzo del giorno dopo di nuovo a Roma… meglio tralasciare! Invece volevo parlare delle mie cuginette. Sono piccole piccole, ma hanno già imparato a camminare e a dire mamma, pappa e alcune parole incomprensibili 😀

Dai bambini si può imparare veramente tanto, magari nei prossimi articoli ne parleremo. Quello su cui mi voglio soffermare oggi è invece qualcos’altro.

Hai presente quando andavamo a scuola (andiamo??!!) e prendevamo un voto di qualsiasi tipo (dal 6 al 9… a volte succedeva anche col 10!). Non appena tornavamo a casa, c’era l’interrogatorio con i genitori.

> Com’è andata a Matematica?

< Bene! Ho preso X! (con x compreso tra 6 e 10)

> Solo? Potevi prendere di più/Potevi fare di meglio/ Insomma bene, ma da te mi aspettavo molto di più / Beh, la prossima volta devi prendere almeno Y (con y >> x)

Se avevi preso 10 ti dicevano: benissimo!! Ma perchè non prendi questi voti a tutte le materie??

Insomma i genitori non sono mai contenti. Ma è sempre stato così? Pensaci… Oggi mi sono ricordato che la risposta a questa domanda è: DECISAMENTE NO!

Ero con Zia, dicevo, e aveva in braccio Giulia. Stava giocando con quelle lavagnette magiche in cui scrivi con la penna dalla punta metallica e cancelli in un secondo. Ad un certo punto Zia dice: fai un bel cerchio!

Giulia inizia a disegnare degli scarabocchi che assomigliavano più a delle righe confuse dalla forma impronunciabile. E zia dice: Ma che bellissimo cerchioo!! Sei stata bravissima!!

Mi guarda, sorride e dice a bassa voce: “Insomma!!

Quando i bambini sono piccoli si fa così!! Anche se fanno uno scarabocchio, gli diciamo che è un capolavoro e che può fare sempre meglio! Quando combinano un disastro li rassicuriamo e gli diciamo comunque BRAVISSIMO!

Questo è giusto, si chiama processo di apprendimento: bisogna gratificare i bambini per ogni minimo risultato! Ma mi spiegate perchè appena iniziamo a crescere scatta il sistema opposto? Possiamo fare qualsiasi cosa, ma si è sempre focalizzati su quello che non abbiamo fatto e che avremmo potuto fare invece che sul risultato. Questo è sbagliato.

E’ tutta questione di atteggiamento, un bambino è motivato ad imparare. Appena cresce invece è demotivato, perchè qualsiasi risultato raggiunga gli viene detto: insomma potevi fare di più!

L’atteggiamento ad esempio è un aspetto su cui si lavora durante i Corsi di Memoria. Ed è fondamentale anche nella preparazione di un esame.

Quindi: festeggia ogni risultato perchè sarà proprio quella gratificazione che ti permetterà di dare di più la prossima volta!

Ancora Buon Natale,

Gianluigi

WordPress Themes