Posts tagged: preparazione esami

Lezioni di Studio: i consigli degli studenti. La tabella di marcia!

piano di marcia!

piano di marcia!

Ciao Ragazzi!

In questo periodo di esami, mi sembra doveroso scrivere degli articoli con qualche consiglio per studiare. Questa volta ho scelto di chiedere a degli studenti per avere anche punti di vista differenti. Ovviamente non si tratta di esperti, né di specialisti. Stiamo parlando di ragazzi normali chi più, chi meno bravo. Quindi non stiamo parlando di tecniche di apprendimento rapido (che al contrario sono basate su studi scientifici sulla mente umana e sul funzionamento della memoria) come quelle presenti in Esami No Problem.

Sono convinto che conoscere il metodo di studio di altre persone possa comunque essere utile e dare spunti di miglioramento o, quantomeno di confronto. Con questo articolo rispondiamo anche ad alcune domande che erano state poste nell’articolo SOS ESAMI.

In particolare Federico T. chiedeva:

Ciao, anche secondo me è un’ottima idea! :)

Anzi se posso parto subito con la primissima domanda:
CONVIENE FARE UNA PROGRAMMAZIONE PER LO STUDIO?
QUANDO è IL MOMENTO MIGLIORE DI FARLA?

Ciao e grazie mille ancora..

Ps. sto rileggendo il tuo ebook esami no problem, ci sono tantissime cose ancora piu belle che alla prima lettura mi ero perso!!

La mia risposta breve è: sì, conviene fare una tabella di marcia. Non esiste un momento preciso in cui è meglio farla. Dipende tutto dai tuoi obiettivi, da quello che studi, da quanti esami vuoi dare, da che altre cose vuoi fare oltre lo studio e così via.

Ora vediamo cosa ci dice Giada, 24 anni, che studia Scienze della comunicazione alla Sapienza di Roma ed è prossima alla laurea. Ecco i suoi consigli:

Manca poco agli esami, la scrivania invasa da pile di libri e voi… non sapete proprio da dove cominciare. Niente panico, ragazzi! Prima cosa da fare: una tabella di marcia precisa e dettagliata. Fate un calcolo dei giorni che mancano al primo esame e poi alla distanza fra un appello e un altro.

Decidete i giorni da dedicare a ciascuna materia e segnatelo sul calendario, creato per l’occasione da voi. Separate le materie appassionanti da quelle meno interessanti, imposte dal piano di studi.

Quando siete più concentrati e pieni di energie è meglio dedicarvi a queste, così da sentire meno la stanchezza quando in seguito studierete le materie che vi piacciono.

Controllate tutti gli appunti presi: se di alcune materie vi manca qualche lezione, chiedete gli schemi preferibilmente a chi l‘esame l’ha già dato e integrateli con i vostri.

Seguite una tabella costante di studio: decidete voi quali sono gli orari migliori per leggere e ripetere. Per esempio, alla mattina leggete e nel pomeriggio ripetete o viceversa. Infine, due o tre giorni prima dell’esameesame. chiamate i vostri colleghi per confrontarvi con loro. L’ideale sarebbe incontrarvi per simulare l’interrogazione dell’

E non dimenticate i classici riti scaramantici (anche per i più scettici!). Date sfogo alla fantasia, ognuno può crearsi il suo personale rito. Io per esempio, uso sempre la stessa penna e… se l’esame va male, ovviamente la sostituisco!

Spero che i consigli di Giada vi siano stati utili!

Alla prossima e buon apprendimento a tutti,

Gianluigi B.

Il maestro Yoda insegna: "No! Provare NO! Fare o non fare, non c'è provare!"

Preparazione Esami: Il maestro Yoda insegna il giusto atteggiamento mentale

Preparazione Esami: Il maestro Yoda insegna il giusto atteggiamento mentale

Qualche giorno fa parlavo con Lorenzo, un mio amico che ha visto i miei auguri di natale sul blog. Da quel post, è finito sull’articolo dedicato a Steve Jobs e si è visto i due splendidi video. Ha ammesso che gli hanno trasmesso tantissima energia e mi ha ringraziato di cuore.  In quella occasione, mi ha chiesto se conoscevo qualche altro bel video emozionante. Ci siamo messi a parlare e gli ho raccontato di molti film che trasmettono splendidi messaggi potenzianti.

In quel momento mi sono ricordato di un bellissimo passaggio di guerre stellari, in cui il Maestro Yoda dispensa una preziosissima lezione sull’atteggiamento mentale. Lorenzo si è ricordato che l’atteggiamento mentale è trattato nel primo capitolo di Esami No Problem (scaricabile gratuitamente qui a lato o a fine articolo). Infatti ho raccontato a Lorenzo di quando Luke deve tirare fuori la navicella spaziale dalla palude ma è convinto di non farcela. Che risultato credi che raggiungerà? Esatto :-)

Luke dice che tirare fuori la navicella è diverso da alzare delle pietre.

Yoda risponde: No! Non diverso, Solo diverso in tua mente! Devi disimparare ciò che hai imparato. (sta avanti il piccoletto 😉 )

Allora Luke dice: D’accordo ci proverò!

Yoda risponde: No! Provare NO! FARE o non fare. Non c’è Provare!

Cosa succede alla fine?

Bellissima la frase con cui si conclude questo spezzone.

C’è veramente tanto da imparare. Come dicevo a Lorenzo, situazioni come queste ci accadono quasi ogni giorno. Situazioni in cui crediamo che fare una determinata cosa sia impossibile e non ce la faremo mai.

C’erano due ragazzi Marco e Luca, qualche mese fa, che dovevano preparare l’esame di Matematica Generale. Venivano dalla stessa scuola ed Avevano più o meno la stessa preparazione. Come spesso accade quando non si ha un buon metodo di studio, si erano ridotti a pochi giorni prima senza aver aperto libro.

Marco continuava a lamentarsi di come fosse impossibile sostenere l’esame in quella sessione. Al contrario, Luca, non si dava per vinto ed era sicuro che, in un modo o nell’altro, sarebbe riuscito a passare!

La differenza sostanziale nell’affrontare l’esame tra Marco e Luca era L’ATTEGGIAMENTO MENTALE. E fu proprio quella la differenza che fece la differenza tra i risultati dei due amici. Come avrai già capito, l’atteggiamento mentale influenza tantissimo la nostra preparazione dell’esame e, quindi, i nostri risultati!

Sono sicuro che avrai già capito chi superò l’esame e chi no. E mentre pensi al significato della storia, puoi decidere di approfondire l’argomento e Scaricare l’ebook Esami No Problem. Ora, sono convinto che l’atteggiamento sia uno degli aspetti fondamentali.

Per realizzare qualcosa, devi crederci!

Preparazione Esame: le 3 + 0 regole della preparazione all'esame durante le vacanze!

Preparazione Esame durante le vacanze di Natale

Preparazione Esame durante le vacanze di Natale

Nel primo articolo della rubrica Preparazione Esame, abbiamo detto che per sostenere al meglio un esame, è necessario avere una buona preparazione.

L’altro giorno abbiamo aggiunto, con il secondo articolo di Preparazione Esame, che studiare durante le vacanze può essere controproducente e stressante. Quindi: se non ci sono particolari urgenze, è meglio non studiare affatto!

Giustamente non è sempre così, molte volte i professori mettono dei compiti proprio il giorno del rientro a scuola (che simpatici!) oppure all’università, gli esami sono pochi giorni dopo la fine dei festeggiamenti. In questi casi, è necessario affrontare al meglio la situazione.

Qui subentrano le 3 + 0 regole della Preparazione Esame durante le vacanze!

Regola Numero Uno: Sii Realista

E’ del tutto inutile programmarsi di studiare centinaia e centinaia di pagine durante le vacanze: sai meglio di me che o non lo farai o ti rovinerai le feste. Meglio farsi un programma realistico nel quale ti proponi di studiare un numero di capitoli non esagerato. Considera sempre che durante le feste le distrazioni si moltiplicano e la voglia di studiare scende sotto zero!

Regola Numero Due: Fatti un Programma Dettagliato

Rileggiti il primo articolo sulla Preparazione Esame. E’ inutile farsi un programma generico. Mi spiego. E’ completamente inutile una programmazione esame in cui ti impegni a studiare X (con X da zero a infinito 😛 ) pagine entro il 6 di gennaio. Non seve a nulla e finirai per rimandare continuamente lo studio.

Consiglio: fai in anticipo un programma dettagliato nel quale stabilisci le giornate (o mezze giornate) specifiche che dedicherai allo studio. Ricorda la Regola Numero Uno: Sii Realista e non esagerare! Escludi i giorni che sicuramente non studierai!

Regola Numero Tre: Studia Con gli Amici

Non è sempre consigliabile studiare con gli amici. Dipende da situazione a situazione. Ma, generalmente, quando si hanno degli impegni comuni è più facile concentrarsi e motivarsi a vicenda. Ovviamente il rischio è sempre quello delle distrazioni, che te lo dico a fare? Un’altra ottima mossa è quella di andare a studiare in Biblioteca. Lì ci sono tutte persone concentrate che studiano. E’ più motivante studiare in quell’ambiente.

Chi ha letto Esami No Problem sa che andare a studiare in Biblioteca ha pro e contro, ma quando si tratta di vacanze la bilancia pende verso i PRO!

Regola Numero Zero (o Tre Bis): Studia Con gli Amici GIUSTI!

Due anni fa mi sono trasferito dopo le vacanze di natale a casa di uno dei miei migliori amici con l’intento di studiare 3 ore la mattina e 3 il pomeriggio. Lui doveva preparare degli esami di Ingegneria, io di Economia.

Risultato? Non abbiamo mai studiato, neanche un’ora!

Consiglio? Studia con gli Amici più “Secchioni”, con quelli più motivati, con quelli che si lasciano distrarre di meno. Due persone che si distraggono facilmente, insieme fanno una coppia perfetta: si distrarranno per qualsiasi pretesto!

Qui si concludono i Tre più zero consigli della Preparazione Esame durante le Vacanze e, con esse, questo articolo della rubrica Preparazione Esame. Spero di esserti stato d’aiuto! Il mio consiglio rimane quello di venire ad una presentazione gratuita del corso di Memoria e Lettura Veloce che facciamo in tutta Italia.  Il mio contatto skype è qui a lato, il mio libro è sempre qui. 😉

Buone Vacanze e Buona Programmazione Esami!

Gianluigi


WordPress Themes